dima
  • WHO Geneva

    Il progetto di ampliamento della sede dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) di Ginevra, è situato perpendicolarmente all'edificio principale, alla sua estremità orientale. Integrandosi con la composizione esistente il nuovo edificio crea una chiusura perimetrale, come originariamente previsto da Jean Tschumi. Il volume esistente si collega alla lobby del nuovo complesso attraverso un passaggio posizionato a livello -1, sul lato nord-ovest dell'edificio principale. Da questo nodo, la nuova struttura si espande in verticale, con otto piani di uffici, sala conferenze, ristorante, sala SHOC, e parcheggi su 5 livelli interrati. Queste ultime funzioni formano un volume coperto da un tetto verde che definisce una corte accessibile dalla zona polifunzionale situata al piano terra. La copertura verde diviene un'estensione del giardino circostante minimizzando l'impatto ambientale della nuova costruzione. La forma conferita all'edificio tende a massimizzare l'esposizione solare per la produzione di energia elettrica, e mantenere la vista dall'edificio principale sul paesaggio. Si favorisce inoltre l'accesso della luce naturale nei locali destinati agli uffici. Attraverso l'integrazione di diversi sistemi che garantiscono l'uso di risorse energetiche rinnovabili ed efficaci, il nuovo edificio progettato per l'OMS segue il principio dello sviluppo sostenibile.

    --

    The extension project of the World Health Organization's (WHO) headquarters in Geneva, is situated perpendicularly to the main building, at its eastern end. The new building  creates an enclosure by complementing the existing composition  as originally envisioned by Jean Tschumi. The two volumes link through a subtle passage positioned on the -1 level, on the northwest side of the main building, connecting directly to the lobby of the new one. From this node, the new structure expands vertically, with eight floors of flexible offices above, and the conference hall, restaurant, SHOC room, and parking areas on 5 levels  below ground. The latter forms a courtyard  volume that is covered by a green roof, accessible from the multipurpose area located on the ground floor. This roof and the greenery-filled courtyard at the center become an extension of the surrounding  garden and encourage a positive environmental impact. The building is shaped to maximize its solar exposure for electricity  generation, and to maintain the views from the main building over the landscape. In addition, its form promotes access to natural light in all of its office areas. Through the integration of various systems that guarantee the use of renewable and effective energy resources, the new building designed for the WHO follows the principle of sustainable development.


    Progetto | Project: Filippo Raggi, tissellistudioarchitetti